Campagna

La poetica degli ultimi anni è espressione di un equilibrio raggiunto al termine di una lunga e affascinante ricerca nel mondo del sentimento, del colore e delle forme. Si tratta infatti di come lo stretto rapporto tra emozione e percezione diventi stile e si traduca in immagine e colore.
[…]L’individualità della sua pittura si esprime in una tavolozza personale, cromie chiare, il bianco, il beige, il verde mai abbandonato, divenuto ora più freddo e luminoso, quasi perlaceo, spezzato da tocchi improvvisi di spatolate rosse che creano imprevedibili contrasti cromatici. I piani prospettici si moltiplicano, soprattutto nelle “campagne”: da primi piani corposi e quasi violenti, la visione sembra sperdersi verso l’infinito. L’occhio spazia, dal basso verso l’alto, dal particolare all’universale.
Paola Fertitta
Da Carmelo Fertitta – Visibilità e memoria – Palermo Giugno 1998

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *